La Cervara

Riconversione ed efficientamento di un’ex abbazia del XII secolo all’interno di un parco nazionale
Residenziale e direzionale – 
Building Automation

L'EDIFICIO

L’ex abbazia risalente al 1361, si trova nello splendido scenario del parco di Portofino. Dichiarata monumento nazionale nel 1821 è stata recentemente ristrutturata e riconvertita in residenza di lusso per il soggiorno di ospiti e l’organizzazione di eventi. Oggi il complesso di edifici consta di un corpo centrale, una chiesa, una torre saracena, un chiostro e diversi locali accessori tra cui spicca la ex prigione, il tutto immerso in uno splendido giardino all’italiana. Tutti gli ambienti, con l’eccezione della chiesa che ha mantenuto la sua funzione originaria, sono stati riconvertiti in miniappartamenti e in spazi per l’accoglienza degli ospiti.

L'INTERVENTO

La supervisione controlla tutto l’impianto legando la generazione e l’utilizzo dell’energia alle reali esigenze degli ambienti tramite sonde di temperatura e umidità poste nei vari locali. Regola la modulazione dei generatori di calore e il funzionamento di tutti i terminali, abilita il funzionamento in deumidifica delle centrali di trattamento aria in modo da controllare il calore latente nelle aree climatizzate con il pavimento radiante.

LA TECNICA

• 3 pompe di calore acqua/acqua
• 2 pompe di calore acqua/aria
• 7 pompe di calore ad espansione diretta condensate ad acqua di mare
• 3 caldaie
• 5 centrali di trattamento aria
• 16 ventilconvettori
• 2000 mq impianto radiante a pavimento caldo/freddo
• 2 centrali di pompaggio
• 1 impianto di sollevamento acqua di mare a servizio delle pompe di calore.

La sfida per la regolazione è stata quella di integrare diversi protocolli di comunicazione utilizzati dalle apparecchiature:
• BacNET, nativo per tutte le centrali di trattamento aria e i pompaggi;
• Modbus, per gli elementi di terze parti quali le pompe di calore;
• Konnex per il controllo dei ventilconvettori e lettura delle temperature in ambiente.

I VANTAGGI

La principale funzione delle logiche introdotte è quella di “dispacciare” la domanda di energia della struttura ai diversi impianti in funzione delle loro prestazioni di efficienza; grazie alla supervisione il cliente dispone di un Energy Management evoluto, che “chiama” e integra i sistemi volta per volta più efficienti, garantisce il comfort interno e minimizza la bolletta energetica. Anche in un contesto di altissimo livello qualitativo come quello della Cervara, l’efficienza non viene sacrificata ai più sfidanti standard di benessere climatico.